AIC Lazio | La celiachia come malattia cronica invalidante: nuovi LEA, nuovi percorsi?

Il Comitato Scientifico di AIC Lazio da alcuni anni persegue una mission ritenuta di particolare importanza: ridurre al massimo “errori” o ritardi diagnostici, ottenere una corretta diagnosi e offrire una buona assistenza per il monitoraggio del paziente. Questo sarà possibile creando tra i rappresentanti dei Presidi di rete una buona collaborazione ed interazione, mettendo inoltre a disposizione specialisti per specifiche branche (anatomia patologica, chimica, clinica, genetica…) che aiutino i casi particolarmente intricati.

Nonostante le numerose iniziative volte a divulgare le modalità per giungere correttamente alla diagnosi e per tentare di omologare quanto più possibile il modo di agire della classe medica, esistono ancora incertezze e perplessità nel percorso diagnostico della malattia celiaca.
Recentemente il Ministero della Salute ha ribadito sulla scorta dei dati della letteratura gli algoritmi diagnostici per arrivare ad una corretta diagnosi di Celiachia.
Ultimamente la malattia celiaca con la formulazione dei nuovi LEA ha definitivamente lasciato la categoria della malattia RARA approdando a quella di malattia cronica invalidante: tutto questo potrebbe comportare delle “variabili” nella gestione della malattia stessa e proprio per questo contribuire a creare confusione nella gestione della pratica quotidiana.
Alla luce di quanto previsto dalle vigenti normative nazionali e per quanto di competenza della Regione Lazio, diventa fondamentale una stretta integrazione tra il medico del “presidio di rete” specialista del settore e i colleghi della Medicina Generale o dei Pediatri di libera scelta, per “creare”, sulla scorta dei consigli ministeriali, i percorsi diagnostici ed assistenziali e definire le modalità di collaborazione tra le diverse figure professionali coinvolte nella gestione della malattia celiaca.

Informazioni utili

Evento formativo accreditato ai fini E.C.M.

La partecipazione al corso è gratuita; l’iscrizione all’evento darà diritto all’attestato di presenza.

N.B. Le registrazioni apriranno a fine marzo 2017. Maggiori informazioni saranno rese disponibili a breve.